Accedi

Ho dimenticato la password

Donazione per il Sito
Questo sito offre i suoi servizi senza scopo di lucro. Aiutaci a tenerlo in vita. Previsione spesa 2012 : 100.0€ bilancio attuale: 4.48€ mancano: 95.52€
Pubblicità
Ultimi argomenti
» Gennaio 2005 la nevicata dimenticata
Dom Feb 09, 2014 10:00 pm Da Aquilottoderoma

» Nowcasting Emilia Romagna 2013
Mar Ago 20, 2013 2:27 pm Da christian casadei

» FOTO INVERNO 2011/2012
Ven Mag 17, 2013 9:55 pm Da Aquilottoderoma

» Le cacce alla neve non hanno prezzo!!
Ven Mag 17, 2013 9:53 pm Da Aquilottoderoma

» Accumulo pioggia 2013
Ven Apr 05, 2013 10:47 pm Da DANY71

» Nowcasting Liguria 2013
Ven Apr 05, 2013 10:42 pm Da Davimeteo

» DATI marzo 2013
Lun Apr 01, 2013 9:12 pm Da bona95

» Nowcasting Lombardia 2013
Lun Apr 01, 2013 9:08 pm Da bona95

» Nowcasting marzo 2013
Sab Mar 30, 2013 4:17 pm Da ItalyMeteo

Migliori postatori
ItalyMeteo (6655)
 
Paglia94 (3509)
 
Davimeteo (2427)
 
valfoss (1902)
 
valter65 (1651)
 
davchi (1166)
 
Richi92 (1125)
 
dade72 (934)
 
Wainer88 (809)
 
AltoMonferrato (562)
 

Contatore visite
Classifica di siti - Iscrivete il vostro!
Parole chiave


Settembre potrebbe esordire con il caldo africano. Prende quota una configurazione "letale" per il Mediterraneo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Settembre potrebbe esordire con il caldo africano. Prende quota una configurazione "letale" per il Mediterraneo

Messaggio Da ItalyMeteo il Lun Ago 29, 2011 9:24 pm

Scritto da Rinaldo Cilli Lunedì 29 Agosto 2011 19:00

Situazione tornata alla normalità: dopo il periodo di grande caldo condito da temperature superiori ai +39°C su svariate località italiche, su tutte le nostre regioni si è tornata a respirare un altro tipo di aria ed il merito è da attribuire alla circolazione oceanica. La vasta area depressionaria responsabile di questo cambio configurativo si è definitivamente spostata nei giorni scorsi verso la Scandinavia e non ha quindi permesso un peggioramento meteorologico anche sull'Italia. Ecco dunque spiegato il motivo di questa stabilità duratura.

Il clima è gradevole: tutto è successo in tempi piuttosto brevi; l'anticiclone africano si è ritirato nettamente verso sud e ha permesso così al flusso umido oceanico si estendere la sua azione fin sul Mediterraneo. A parte qualche nota instabile attiva soprattutto al Nord nella giornata di domenica, il tempo ha subito ben poche variazioni rispetto ai giorni scorsi, con il sole che, indisturbato, ha dominato il lungo e in largo la scena.

Pericolo Africa: nella nostra recente analisi modellistica accennammo al fatto che i primi giorni di settembre avrebbero potuto determinare un nuovo sfogo africano verso le nostre regioni. La causa sarebbe da attribuire all'isolamento di una goccia fredda oceanica in prossimità dell'Iberia, con conseguente risalita di correnti sciroccali fin sulle nostre regioni. Da qui dunque nasce il nuovo timore per un altro periodo estremamente caldo, specialmente per le regioni centro-meridionali.

E al Nord?: probabilmente sulle regioni settentrionali invece scorrerà aria più umida, pertanto il tempo, almeno fino al 2-3 settembre dovrebbe mantenersi fortemente instabile, con nubi, piogge e qualche temporale. Situazione totalmente opposta dunque alle regioni del Centro-Sud che, come detto, dovrebbero fronteggiare una nuova ondata di caldo africano. Scongiurati al momento picchi termici superiori ai +40°C, staremo a vedere.

Situazione esplosiva: se la goccia fredda non si esaurirà definitivamente e proseguirà il suo movimento verso levante, potrebbe seriamente raggiungere la nostra Penisola e determinare, entro il 5-6 del mese, un severo peggioramento delle condizioni meteorologiche, in particolar modo al Centro-Nord. Alcuni modelli tuttavia optano invece per l'ipotesi di un progressivo ridimensionamento e futuro assorbimento della goccia oceanica, con la conseguenza che l'anticiclone nord-africano potrebbe resistere per più giorni sul Mediterraneo centrale.

Quel che emerge dall'analisi modellistica è l'incessante attività operata dal'alta pressiobe sub-tropicale sull'Europa meridionale. La circolazione depressionaria sul centro-nord Europa si andrà ulteriormente approfondendo nei prossimi giorni e determinerà l'attivazione di fortissimi venti tra isole Britanniche e penisola Scandinava, a conferma di una probabile accelerata del getto polare.

La svolta sembre dunque tutt'ora piuttosto lontana, chissà che le cose si sblocchino definitivamente entro il 10-12 settembre. Staremo a vedere.


_________________
Vincitore del campionato Fantarisultati del forum italymeteo
avatar
ItalyMeteo
Admin

Messaggi : 6655
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 33
Località : Loro Ciuffenna (AR) 330mt s.l.m

Vedi il profilo dell'utente http://www.italymeteo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Settembre potrebbe esordire con il caldo africano. Prende quota una configurazione "letale" per il Mediterraneo

Messaggio Da valter65 il Lun Ago 29, 2011 10:22 pm

ottima e realistica analisi e purtroppo sembra sempre più probabile un'ulteriore incursione dell'alta subtropicale che tornerà ancora a farci visita con il suo rovente abbraccio speriamo che non si raggiugano i valori termici dei girni scorsi e comunque le giornate si stanno accorciando in maniera sempre più sensibile giorno dopo giorno. Wink
avatar
valter65

Messaggi : 1651
Data d'iscrizione : 29.01.11
Età : 51
Località : perugia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Settembre potrebbe esordire con il caldo africano. Prende quota una configurazione "letale" per il Mediterraneo

Messaggio Da valfoss il Mar Ago 30, 2011 9:47 am

speriamo di no ragazzi, sono stufo dell'africa.
avatar
valfoss

Messaggi : 1902
Data d'iscrizione : 29.01.11
Età : 56
Località : Santa Maria Capua Vetere 36 mt slm

Vedi il profilo dell'utente http://digilander.libero.it/astrovalfos

Tornare in alto Andare in basso

Re: Settembre potrebbe esordire con il caldo africano. Prende quota una configurazione "letale" per il Mediterraneo

Messaggio Da ItalyMeteo il Mar Ago 30, 2011 7:47 pm

Scritto da Rinaldo Cilli Martedì 30 Agosto 2011 16:17 Fonte www.climateobserver.it


Meteo Nord: Al via un fase più umida e piovosa, con i temporali sempre in agguato. Scongiurato il rischio africano

A differenza delle regioni centro-meridionali (che nei prossimi giorni faranno di nuovo i conti con una rimonta calda nord-africana) il Nord risentirà di una circolazione più umida legata alla presenza di una vasta goccia fredda in prossimità dell'Iberia. La spinta della saccatura nord-atlantica esalterà il richiamo caldo verso il Mediterraneo centrale, ma nel contempo invierà masse d'aria più umide verso l'Europa centrale. Le regioni settentrionali ne risentiranno pienamente e sperimenteranno pertanto condizioni di acuto maltempo.

L'estate, quella vera, non ha ancora intenzione di abdicare e nei prossimi giorni ruggirà ferocemente sulle nostre regioni centro-meridionali, ove dopo l'attuale fase di clima gradevole, seguirà un nuovo periodo di caldo intenso legato alla risalita correnti nord-africane. Le regioni settentrionali, dal canto loro, verranno invece lambite da aria più umida, pertanto frequenti saranno gli annuvolamenti e le precipitazioni.

Nella giornata di domani, fin dal mattino, il cielo si presenterà nel complesso variabile, con le nubi che si alterneranno alle schiarite. Questo conferma l'elevato tasso di umidità presente nei bassi strati, conseguente alla recente rinfrescata di natura oceanica. Da qui ne scaturirà un pomeriggio fortemente instabile, specie sui rilievi, ove vi sarà la possibilità attiva di qualche isolato e breve rovescio. Sconfinamenti saranno possibili soprattutto sulle pianure di Piemonte e Lombardia. Clima gradevole e temperature massime comprese tra +26/+28°C.

Giovedì altra giornata complessivamente variabile, fin dal mattino, tra nubi basse, nebbie e stratificazioni di passaggio. Le ore pomeridiane saranno ancora favorevoli alla formazione di sistemi temporaleschi attivi, che principalmente interesseranno i rilievi alpini. Anche in questo caso non escludiamo sconfinamenti fino in pianura specie al Nord-Est e sul Piemonte centro-occidentale, soprattutto in serata. Fenomeni previsti in cessazione in nottata. Temperature massime senza grandi variazioni.

Venerdì maggior stabilità soprattutto sulle aree pianeggianti, ove fino alla sera il cielo si presenterà sereno. L'instabilità infatti si concentrerà maggiormente lungo la dorsale alpina, ove dal pomeriggio sarà tutto un insorgere di intense celle temporalesche. Fenomeni che cesseranno in serata, quando ovunque le schiarite torneranno ad affacciarsi in maniera prepotente. Massime stazionarie, in lieve aumento solo in Romagna.

Sabato e domenica forte peggioramento in arrivo dalla Francia, con temporali di forte intensità in spostamento dal Nord-Ovest verso il Nord-Est. Si tratterà di fenomeni intensi accompagnati da isolate ma importanti grandinate. Le temperature scenderanno per via dell'intrusione di più fresche correnti oceaniche. Lunedì maltempo residuo sulle estreme regioni nord-orientali.

_________________
Vincitore del campionato Fantarisultati del forum italymeteo
avatar
ItalyMeteo
Admin

Messaggi : 6655
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 33
Località : Loro Ciuffenna (AR) 330mt s.l.m

Vedi il profilo dell'utente http://www.italymeteo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Settembre potrebbe esordire con il caldo africano. Prende quota una configurazione "letale" per il Mediterraneo

Messaggio Da valter65 il Mar Ago 30, 2011 11:10 pm

nessun peggioramento per le regioni centrali? gfs sembrerebbe proporle da lunedì prossimo ma come spesso accade il modello le propone ma nella realtà dei fatti non si verificano vedremo.
avatar
valter65

Messaggi : 1651
Data d'iscrizione : 29.01.11
Età : 51
Località : perugia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Settembre potrebbe esordire con il caldo africano. Prende quota una configurazione "letale" per il Mediterraneo

Messaggio Da Paglia94 il Mar Ago 30, 2011 11:13 pm

temo di no ... qualcosa solo per il nord

_________________
Pagliaro Mattia affraid affraid
Dati real-time Villongo
avatar
Paglia94

Messaggi : 3509
Data d'iscrizione : 29.01.11
Età : 23
Località : Villongo(BG) 232 m s.l.m

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Settembre potrebbe esordire con il caldo africano. Prende quota una configurazione "letale" per il Mediterraneo

Messaggio Da ItalyMeteo il Mer Ago 31, 2011 12:13 am

noi centrali mi sa che dovremmo patire ancore per un bel po

_________________
Vincitore del campionato Fantarisultati del forum italymeteo
avatar
ItalyMeteo
Admin

Messaggi : 6655
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 33
Località : Loro Ciuffenna (AR) 330mt s.l.m

Vedi il profilo dell'utente http://www.italymeteo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Settembre potrebbe esordire con il caldo africano. Prende quota una configurazione "letale" per il Mediterraneo

Messaggio Da valfoss il Mer Ago 31, 2011 11:32 am

che bellezza.... Twisted Evil
avatar
valfoss

Messaggi : 1902
Data d'iscrizione : 29.01.11
Età : 56
Località : Santa Maria Capua Vetere 36 mt slm

Vedi il profilo dell'utente http://digilander.libero.it/astrovalfos

Tornare in alto Andare in basso

Re: Settembre potrebbe esordire con il caldo africano. Prende quota una configurazione "letale" per il Mediterraneo

Messaggio Da Davimeteo il Mer Ago 31, 2011 1:32 pm

no il caldo "fuori stagione"!!! Così mi arrivano gli autorigeneranti!!! Nooo!!

Cmq vedremo

_________________


2013 Precipitazioni: 555.0 mm
Gennaio 163.0 mm
Febbraio 24.4 mm
Marzo337.7 mm
Aprile 29.9 mm
avatar
Davimeteo

Messaggi : 2427
Data d'iscrizione : 14.05.11
Età : 23
Località : GENOVA ERZELLI 82m / CASTIGLIONE CHIAVARESE (GE), 330m campeggio (durante l'estate)

Vedi il profilo dell'utente http://meteoerzelli.altervista.org/index.html

Tornare in alto Andare in basso

Re: Settembre potrebbe esordire con il caldo africano. Prende quota una configurazione "letale" per il Mediterraneo

Messaggio Da ItalyMeteo il Mer Ago 31, 2011 8:48 pm

Scritto da Rinaldo Cilli Mercoledì 31 Agosto 2011 14:07 Fonte www.climateobserver.it


Nuova ma breve fiammata africana in arrivo al Centro-Sud, ma da domenica tempo in peggioramento

Il bacino centrale del Mediterraneo sta attualmente sperimentando condizioni climatiche in linea con le media del periodo, grazie alla circolazione settentrionale che, seppur ridimensionata, sta ancora fluendo dal centro Europa. Nei prossimi giorni gradualmente i venti ruoteranno dai quadranti meridionali e anticiperanno quella che sarà la terza ondata di caldo di questa stagione estiva. Si tratterà di una fiammata rapida, che durerà un paio di giorni e verrà subito sostituita da un severo peggioramento. Da domenica infatti arrivano le grandi piogge al Centro-Nord.

Attualmente la nostra Penisola sta sperimentando condizioni meteo-climatiche che rispecchiano in pieno quello che è il normale trende meteorologico di fine Agosto; tempo stabile, cielo sereno e temperature generalmente comprese tra +27/+31°C. Qualche temporale sta interesserando in queste ore il Salento, ma si tratterà di fenomeni che rapidamente andranno scemando.

Nel corso dei prossimi giorni, a partire dalla giornata di venerdì, una nuova fiammata africana raggiungerà le regioni centro-meridionali e determinerà la ternza ondata di caldo di questa stagione estiva. La massa d'aria proveniente dal nord-Africa si estenderà rapidamente verso la Sicilia e la Sardegna, per poi spostarsi progressivamente verso il sud e il Centro. Venerdì si toccheranno i +34/+36°C, mentre sabato si sfioreranno i +40°C, specie in Sicilia.

Anche al Nord i valori aumenteranno di alcuni gradi, ma in queste aree sarà ancora invadente l'azione operata dalla circolazione umida, pertanto, specie sui rilievi, vi sarà sempre la possibilità di qualche temporale sparso. Flusso umido che incentiverà un aumento del tasso di umidità, con il caldo che quindi, seppur contenuto, si presenterà intenso soprattutto in virtù dell'afa.

Ma fate attenzione, perchè stavolta si tratterà solo di una breve parentesi, che durerà circa due giorni, ma che sarà intensa soprattutto laddove il flusso sciroccale spirerà con forte intensità. Già da domenica infatti infatti una perturbazione proveniente dalla Francia porterà piogge abbondanti sulle regioni nord-occidentali, in rapido spostamento verso est nel corso della giornata.

Si tratterà di temporali anche piuttosto intensi che porranno fine alla calura africana, determinando un sostanziale abbassamento delle temperature. Lunedì maltempo in estensione anche al Centro e sulla Sardegna, con piogge forti ed abbondanti soprattutto sulle regioni del versante tirrenico, esposte alla circolazione orientale che gradualmente si andrà affermando ad inizio settimana.

Seguirà successivamente un nuovo periodo di clima più gradevole su tutto il Paese, con il caldo che, in forma attenuata, resisterà solo all'estremo meridione. Dal 7 settembre nuovo possibile peggioramento, ma avremo modo di tornarci.


_________________
Vincitore del campionato Fantarisultati del forum italymeteo
avatar
ItalyMeteo
Admin

Messaggi : 6655
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 33
Località : Loro Ciuffenna (AR) 330mt s.l.m

Vedi il profilo dell'utente http://www.italymeteo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Settembre potrebbe esordire con il caldo africano. Prende quota una configurazione "letale" per il Mediterraneo

Messaggio Da ItalyMeteo il Gio Set 01, 2011 5:49 pm

Intermezzo africano prima delle grandi piogge; temporali in arrivo al Nord nella giornata di domenica

Fonte www.climateobserver.it


Scritto da Rinaldo Cilli Giovedì 01 Settembre 2011 15:31

Nella giornata di oggi è ufficialmente iniziato l'Autunno meteorologico e meglio non poteva farlo se non in compagnia dell'alta pressione. Nei giorni scorsi abbiamo assistito ad un progressivo indebolimento della vasta struttura anticiclonica nord-africana ad opera di un atlantico che fino all'ultimo ha tentato di penetrare deciso verso il Mediterraneo. L'alta pressione si è opposta con foga, riuscendo a mantenersi stabile sul Mediterraneo. Ma le temperature, almeno quelle, si sono abbassate e gradualmente si sono riportate in media. Nei prossimi giorni di nuovo più caldo al Centro-Sud, domenica piogge al Nord.

Sul bacino centrale del Mediterraneo si sta attualmente materializzando un nuovo cambio circolatorio che proporrà, nei prossimi giorni, una nuova fiammata nord-africana verso le nostre regioni centro-meridionali. L'attivazione di tese correnti sciroccali sta determinando, già in queste ore, un aumento delle temperature soprattutto all'estremo meridione e sulla Sicilia, come testimoniano ad esempio i +35°C registrati alle ore 15 a Foggia e i +34°c a Trapani. Il picco dell'ondata calda si toccherà tra domani e sabato, quando su Sardegna, Sicilia, Puglia e zone interne del Sud si supereranno i +36/+37°C.

Tra l'altro il tempo, complice l'anticiclone, proseguirà a mantenersi estremamente soleggiato, condito solo dal passaggio di innocue stratificazioni legate al flusso meridionale. Flusso che si è attivato già in queste ore, determinando un sensibile aumento della nuvolisità sulle regioni centro-settentrionali. Ma ponendo lo sguardo più a ovest, direzione Spagna, si può notare la presenza di una moderta area depressionaria da ieri evoluta in goccia fredda. Sarà questa, in maniera diretta, a dettare il tempo sulla nostra Penisola, causando dapprima la rimonta calda al Centro-Sud, e poi determinando un severo peggioramento al Centro-Nord nella giornata di domenica.

Le dinamiche di questo intrigato meccanismo le avevamo ribadite e sottolineate anche nella nostra recente analisi modellistica, quando parlavamo di una possibile configurazione letale per il Mediterraneo. Ed infatti, a distanza di tre-quattro giorni, confermiamo l'esito finale di questa situazione barica, con la rimonta nord-africana subito seguita da un corposo peggioramento.

E sarà appunto proprio il Nord a risentirne in maniera diretta, non tanto perchè "nato sforunato" (come si dice in giro), ma perchè posizionato in un'area geograficamente più favorevole al transito delle perturbazione atlantiche che aggirano la barriera altopressoria presente sul Mediterraneo. Ed allora, dopo un sabato dominato da sole e da qualche stratificazione (condito da isolati temporali sui rilievi) seguirà una domenica fortemente dominata dall'instabilità, con piogge forti, temporali e possibili grandinate. Naturalmente il tutto sarà accompagnato da un sostanziale abbassamento delle temperature, nonchè da una rotazione dei venti dai quadranti occidentali.

Per quanto riguarda il resto del Paese sarà un fine settimana all'insegna del bel tempo, con l'anticiclone che garantirà giornate calde e soleggiate. I venti da sud determineranno solo il passaggio di qualche innocua stratificazione sparsa e per un peggioramento del tempo si dovrà attendere solo la giornata di lunedì, con dei rovesci sparsi in arrivo ad iniziare dalle regioni centrali tirreniche (da confermare). Attenzione infine domenica, perchè qualche pioggia potrebbe bagnare il nord della Sardegna.

Caldo in intensifricazione tra domani e sabato al Sud, con punte fino a +36/+38°C tra Sardegna, Sicilia, area jonica e Puglia. Più contenuto l'aumento dei valori sulle regioni centrali, ove non si dovrebbe andare oltre i +34/+35°C. Domenica è atteso un primo, lieve, abbassamento termico ovunque.

_________________
Vincitore del campionato Fantarisultati del forum italymeteo
avatar
ItalyMeteo
Admin

Messaggi : 6655
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 33
Località : Loro Ciuffenna (AR) 330mt s.l.m

Vedi il profilo dell'utente http://www.italymeteo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Settembre potrebbe esordire con il caldo africano. Prende quota una configurazione "letale" per il Mediterraneo

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum